Vai al contenuto

News

Pietra d'inciampo in memoria di Tullio Mazzoncini

10/01/2018 - Settore Amministrativo - Cultura

L’artista tedesco Gunter Demnig  ha deposto nella tenuta di Campospillo (Comune di Magliano in Toscana) la pietra d’inciampo in memoria di Tullio Mazzoncini. Al suo nome è legata la storia della Resistenza nel territorio grossetano, prima, e della deportazione politica, poi. Convinto antifascista, subito dopo l’8 settembre 1943, prese parte alle prime riunioni del Comitato militare provinciale. Il 26 novembre 1943, su delazione, fu perquisita la tenuta di Campospillo, di proprietà della sua famiglia; la Guardia nazionale repubblicana trovò un ciclostile e copie di un foglio clandestino di propaganda, curato da Antonio Meocci. Tullio Mazzoncini fu arrestato immediatamente, Albo Bellucci e Beppino Scopetani nei giorni successivi. All’inizio del 1944 i tre antifascisti furono deportati a Mauthausen; solo Mazzoncini sopravvisse.

La tenuta è luogo della memoria non solo per la storia che la lega al gruppo di antifascisti poi deportati, ma anche per la presenza di un segno, il calco in bronzo del bassorilievo scolpito da Tolomeo Faccendi in ricordo dei deportati politici grossetani, già oggetto di valorizzazione in chiave memoriale da parte del progetto “Cantieri della memoria”.
 
La cerimonia si è svolta ieri, 9 gennaio 2018.

Cerimonia

posa pietra

Cerimonia

Cerimonia

Contatti e informazioni

Comune di Magliano in Toscana

Via XXIV Maggio, 9 - CAP 58051

Tel. 0564.59341 - Fax 0564.592517

E-mail: info@comune.maglianointoscana.gr.it

PEC: comune.maglianointoscana.gr@postacert.toscana.it

Partita IVA/Codice Fiscale: 00117640532